CALVINO Giovanni

CALVINO GIOVANNI

Nato 1509 a Noyon

Morto 1564

Jaun Cauvin, riformatore religioso, nacque in Francia (Noyon 1509) ed è conosciuto in Italia con il nome di Giovanni Calvino. Compì gli studi teologici e di diritto a Orléans, Bourges (dove entrò in contatto con gli ambienti umanistici e riformatori luterani) e a Parigi. A causa delle sue posizioni religiose, che lo vedevano simpatizzante delle tesi di Lutero, fu costretto a fuggire da Parigi rifugiandosi prima a Chaillot, poi ad Angoulême, a Nérac, presso la corte di Margherita di Navarra, infine si stabilì a Basilea. Qui pubblicò nel 1536 l'Istituzione della religione cristiana. In quello stesso anno ricevette l'invito del predicatore G. Farel a collaborare nell'organizzazione religiosa della città di Ginevra, che in quegli anni aveva aderito alla Riforma protestante. La rigidità delle posizioni di Calvino e di Farel provocò il loro allontanamento nel 1538 da quella città. Dopo tre anni Calvino fu richiamato nuovamente a Ginevra, dove poté sviluppare e diffondere con maggiore libertà i suoi principi teologici e religiosi. Come tema costruttivo, nella sua opera Ordinanze ecclesiastiche, pubblicata nel 1541, definì lo schema organizzativo della Chiesa di Ginevra, il quale prevedeva un'assemblea di ministri di culto e magistrati cittadini a cui veniva affidato il compito di sorvegliare la moralità e la condotta dei fedeli. L'eccessiva rigidità risvegliò nuovamente il malumore nella città e negli ambienti rurali. Calvino ebbe anche delle dispute di carattere teologico con altre correnti della Riforma sui temi della predestinazione assoluta e del ruolo dei sacramenti. La sua caparbietà provocò reazioni da parte degli esponenti del suo stesso movimento costringendo, per esempio, S. Castellion a rifugiarsi a Basilea, mentre M. Serveto accusato di eresia, fu arso vivo nel 1553. Nel 1555 Calvino ottenne il controllo politico di Ginevra e nel 1559 fondò un'accademia teologica che affidò poi alla direzione di Teodoro di Beza. Morì nel 1564.