Dizionario Biblico

Lista dei lemmi per iniziale:   A   B   C   D   E   F   G   H   I   J   K   L   M   N   O   P   Q   R   S   T   U   V   X   Y   Z   W  
  Cerca lemma
   
Falegname (comp. da fare e legname)

L’apprendimento di un mestiere ai tempi di Gesù iniziava già tra i 12 e i 14 anni e, in genere, era il padre a trasmettere le proprie conoscenze. Contrariamente a quanto la tradizione ci tramanda (Mt 23:55; Mc 6:31), Giuseppe non era un falegname, bensì un carpentiere (greco téktôn). Gli strumenti usati, anche se primitivi, erano simili a quelli odierni (Is 10:15; 44:13; Gr 10:4; 1 Cr 22:32). Per la conoscenza del legno e dei suoi usi specifici, erano molto ricercati (2 Sa 5:11; 1 Cr 14:13) specie per le costruzioni più rilevanti (2 Re 12:11; 2 Cr 24:124) o per le opere di restauro più importanti (2 Re 22:5-6; 2 Cr 34:9-115).

 

 

Matteo 13:55 Non è questi il figlio del falegname? Sua madre non si chiama Maria e i suoi fratelli, Giacomo, Giuseppe, Simone e Giuda? Marco 6:3 Non è questi il falegname, il figlio di Maria, e il fratello di Giacomo e di Iose, di Giuda e di Simone? Le sue sorelle non stanno qui da noi?» E si scandalizzavano a causa di lui.

Isaia 10:15 La scure si vanta forse contro colui che la maneggia? La sega si inorgoglisce forse contro colui che la muove? Come se la verga facesse muovere colui che l'alza, come se il bastone alzasse colui che non è di legno! Isaia 44:13 Il falegname stende la sua corda, disegna l'idolo con la matita, lo lavora con lo scalpello, lo misura con il compasso, ne fa una figura umana, una bella forma d'uomo, perché abiti una casa. Geremia 10:4 lo si adorna d'argento e d'oro, lo si fissa con chiodi e con i martelli perché non si muova. 1 Cronache 22:3 Davide preparò pure del ferro in abbondanza per i chiodi e per i battenti delle porte e per le spranghe; e una quantità di rame di peso incalcolabile

2 Samuele 5:11 Chiram, re di Tiro, inviò a Davide dei messaggeri, del legname di cedro, dei falegnami e dei muratori, i quali costruirono un palazzo a Davide. 1 Cronache 14:1Chiram, re di Tiro, inviò a Davide dei messaggeri, del legname di cedro, dei muratori e dei falegnami, per costruirgli una casa.

2 Re 12:11 Poi consegnavano il denaro così pesato nelle mani dei funzionari preposti ai lavori della casa del SIGNORE, i quali pagavano i falegnami e i costruttori che lavoravano alla casa del SIGNORE, 12:12 i muratori e gli scalpellini; compravano il legname e le pietre da tagliare per restaurare la casa del SIGNORE, e provvedevano a tutte le spese relative ai restauri della casa. 2 Cronache 24:12 Il re e Ieoiada lo davano a quanti erano incaricati di eseguire i lavori della casa del SIGNORE; e questi pagavano degli scalpellini e dei falegnami per restaurare la casa del SIGNORE, e anche dei lavoratori del ferro e del rame per restaurare la casa del SIGNORE.

2 Re 22:5 … che lo si consegni ai funzionari preposti ai lavori della casa del SIGNORE; e che questi lo diano agli operai addetti alle riparazioni della casa del SIGNORE: 22:6 ai falegnami, ai costruttori e ai muratori, perché se ne servano per comprare del legname e delle pietre da tagliare, per le riparazioni della casa. 2 Cronache 34:9 Quelli si recarono dal sommo sacerdote Chilchia, e fu loro consegnato il denaro che era stato portato nel tempio di Dio, e che i Leviti, custodi della soglia, avevano raccolto in Manasse, in Efraim, in tutto il rimanente d'Israele, in tutto Giuda e Beniamino, e fra gli abitanti di Gerusalemme. 34:10 Essi lo rimisero nelle mani dei direttori preposti ai lavori della casa del SIGNORE, e i direttori lo diedero a quelli che lavoravano nella casa del SIGNORE per ripararla e restaurarla. 34:11 Lo diedero ai falegnami e ai costruttori, per comprare delle pietre da tagliare, e del legname per l'armatura e la travatura delle case che i re di Giuda avevano distrutte.

Falsità (dal latino falsitate(m) da falsus - falso)

La falsità è la mancanza di lealtà concretizzata con azioni e parole non vere. La Parola di Dio è chiara; l’uomo è bugiardo (Sl 116:111) e il suo cuore è ingannevole (Gr 17:92), quindi ecco il Suo comando: “non usare inganno … a danno di altri (Le 19:113). Chi agisce così non entrerà nella dimora del Signore (Sl 101:74) perché la menzogna è un abominio per Lui (Pr 12:225), perciò farà perire i bugiardi (Sl 5:66) nello stagno di fuoco (Ap 21:87). Non mentite (Co 3:98), dice il Signore poiché ciò non resterà impunito (Pr 19:59). I ricchi perpetrano inganni (Mi 6:1210) ma non sanno che la ricchezza mal acquisita sfugge come sabbia dalle dita (Pr 21:6111).

Salmi 116:11 Dicevo nel mio turbamento: «Ogni uomo è bugiardo».

Geremia 17:9 Il cuore è ingannevole più di ogni altra cosa, e insanabilmente maligno; chi potrà conoscerlo?

Levitico 19:11Non ruberete, e non userete inganno né menzogna gli uni a danno degli altri.

Salmi 101:7 Chi agisce con inganno non abiterà nella mia casa; chi dice menzogne non potrà restare davanti ai miei occhi.

Proverbi 12:22 Le labbra bugiarde sono un abominio per il SIGNORE, ma quelli che agiscono con sincerità gli sono graditi.

Salmi 5:6 Tu farai perire i bugiardi; il SIGNORE disprezza l'uomo sanguinario e disonesto.

Apocalisse 21:8 Ma per i codardi, gl'increduli, gli abominevoli, gli omicidi, i fornicatori, gli stregoni, gli idolatri e tutti i bugiardi, la loro parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che è la morte seconda».

Colossesi 3:9 Non mentite gli uni agli altri, perché vi siete spogliati dell'uomo vecchio con le sue opere

Proverbi 19:5 Il falso testimone non rimarrà impunito, chi spaccia menzogne non avrà scampo.

Michea 6:12 ricchi della città sono pieni di violenza, i suoi abitanti affermano il falso e la loro lingua non è che inganno nella loro bocca.

Proverbi 21:61 I tesori acquistati con lingua bugiarda sono un soffio fugace di gente che cerca la morte.

Famiglia (dal latino familia(m) da famulus – domestico)

Istituzione fondamentale della società costituita da genitori e figli. Da patriarcale ha acquisito una forma più consona ai tempi, ma mai come ora questo concetto è stato travisato e svuotato della sua sacralità (Mt 19:4-91). Istituita da Dio (Ge 1:27-282) a sembianza divina (Ef 2:19; 3:14-173), deve essere guidata da un capofamiglia responsabile (1 Ti 3:2-54) e divenire rifugio sicuro e formativo per ogni suo membro (Cl 3:18-215). Purtroppo, come enunciato, siamo in tempi difficili … (2 Ti 3:1-4; Ro 1:26-316).

Matteo 19:4 Ed egli rispose loro: «Non avete letto che il Creatore, da principio, li creò maschio e femmina e che disse:19:5 "Perciò l'uomo lascerà il padre e la madre, e si unirà con sua moglie, e i due saranno una sola carne?" 19:6 Così non sono più due, ma una sola carne; quello dunque che Dio ha unito, l'uomo non lo separi». 19:7 Essi gli dissero: «Perché dunque Mosè comandò di scriverle un atto di ripudio e di mandarla via?» 19:8 Gesù disse loro: «Fu per la durezza dei vostri cuori che Mosè vi permise di mandar via le vostre mogli; ma da principio non era così. 19:9 Ma io vi dico che chiunque manda via sua moglie, quando non sia per motivo di fornicazione, e ne sposa un'altra, commette adulterio».

Genesi 1:27 Dio creò l'uomo a sua immagine; lo creò a immagine di Dio; li creò maschio e femmina. 1:28 Dio li benedisse; e Dio disse loro: «Siate fecondi e moltiplicatevi; riempite la terra, rendetevela soggetta, dominate sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo e sopra ogni animale che si muove sulla terra».

Efesini 2:19 Così dunque non siete più né stranieri né ospiti; ma siete concittadini dei santi e membri della famiglia di Dio. Efesini 3:14 Per questo motivo piego le ginocchia davanti al Padre, 3:15 dal quale ogni famiglia nei cieli e sulla terra prende nome, 3:16 affinché egli vi dia, secondo le ricchezze della sua gloria, di essere potentemente fortificati, mediante lo Spirito suo, nell'uomo interiore, 3:17 e faccia sì che Cristo abiti per mezzo della fede nei vostri cuori, perché, radicati e fondati nell'amore,

1Timoteo 3:2 Bisogna dunque che il vescovo sia irreprensibile, marito di una sola moglie, sobrio, prudente, dignitoso, ospitale, capace di insegnare, 3:3 non dedito al vino né violento, ma sia mite, non litigioso, non attaccato al denaro, 3:4 che governi bene la propria famiglia e tenga i figli sottomessi e pienamente rispettosi 3:5 (perché se uno non sa governare la propria famiglia, come potrà aver cura della chiesa di Dio?),

Colossesi 3:18 Mogli, siate sottomesse ai vostri mariti, come si conviene nel Signore. 3:19 Mariti, amate le vostre mogli, e non v'inasprite contro di loro. 3:20 Figli, ubbidite ai vostri genitori in ogni cosa, poiché questo è gradito al Signore. 3:21Padri, non irritate i vostri figli, affinché non si scoraggino.

2Timoteo 3:1 Or sappi questo: negli ultimi giorni verranno tempi difficili; 3:2 perché gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanagloriosi, superbi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, irreligiosi, 3:3 insensibili, sleali, calunniatori, intemperanti, spietati, senza amore per il bene, 3:4 traditori, sconsiderati, orgogliosi, amanti del piacere anziché di Dio, Romani 1:26 Perciò Dio li ha abbandonati a passioni infami: infatti le loro donne hanno cambiato l'uso naturale in quello che è contro natura; 1:27 similmente anche gli uomini, lasciando il rapporto naturale con la donna, si sono infiammati nella loro libidine gli uni per gli altri commettendo uomini con uomini atti infami, ricevendo in loro stessi la meritata ricompensa del proprio traviamento. 1:28 Siccome non si sono curati di conoscere Dio, Dio li ha abbandonati in balìa della loro mente perversa sì che facessero ciò che è sconveniente; 1:29 ricolmi di ogni ingiustizia, malvagità, cupidigia, malizia; pieni d'invidia, di omicidio, di contesa, di frode, di malignità; 1:30 calunniatori, maldicenti, abominevoli a Dio, insolenti, superbi, vanagloriosi, ingegnosi nel male, ribelli ai genitori, 1:31 insensati, sleali, senza affetti naturali, spietati.

Fanatismo (dal francese fanatisme, da fanatique - fanatico)

Il fanatismo è l’adesione incondizionata e irremovibile a un’idea o credo reputato centro di una incontrovertibile verità che nulla può scalzare e per la cui affermazione ogni azione è giustificata. Chi ne è affetto vive in maniera patologica la sua convinzione proponendosi e reagendo in modo esaltato ogni qualvolta tale argomento è affrontato. Ciò, ovviamente lo porta a ritenersi l’unico depositario della verità per cui si sente in dovere d’imporsi anche con la forza o la prevaricazione. Le varie inquisizioni nel mondo cristiano ne sono la prova. L’islam, l’induismo, lo shintoismo e, purtroppo, anche alcune forme di neofondamentalismo protestante, rientrano in questo quadro. La Parola condanna l’uomo settario (Tt 3:10-111).

Tito 3:10 Ammonisci l'uomo settario una volta e anche due; poi evitalo; 3:11 sapendo che un tal uomo è traviato e pecca, condannandosi da sé.

Farisei (dal greco pharisáios – fariseo)

Formarono una setta (Sette giudaiche*) all'interno del giudaismo. Sorta attorno al 150 a.C., senza entrare in politica. Applicavano in modo scrupoloso il Torah alla vita quotidiana, al punto da diventare arroganti e intolleranti versi gli altri. Si trovarono in conflitto con Gesù perché Egli non viveva secondo tutte le regole e tradizioni che avevano elaborate seguendo la lettura della Legge. Credevano e aspettavano la redenzione finale del popolo ebraico e di tutta l'umanità.

Fatalismo (dal latino fatalis, der. di fatum - fato, destino)

Teoria che considera tutti gli avvenimenti predeterminati da una forza soprannaturale. Questo pensiero viene messo in crisi con il Cristianesimo dovendo conciliare l’esigenza di garantire la libertà dell’uomo, responsabile della propria salvezza o della propria dannazione, con la fede nell’onniscienza e nell’onnipotenza di Dio. Agostino Aurelio (Tagaste 354 – Ippona 430) a questo proposito sostenne che l’uomo avesse perduto la facoltà di non peccare dopo la caduta di Adamo, mentre Tommaso d’Aquino (1225-1274) sostenne che Dio fosse in grado di poter vedere tutto l’avvenire, nella Sua eternità, senza per questo poter pregiudicare la libertà delle scelte dell’uomo.

Febbre (dal latino fӗbre(m) – febbre o piressia)

La febbre è uno dei segnali che evidenziano un’alterazione dei parametri fisiologici della termoregolazione e, nel contempo, anche una reazione di difesa dell’organismo in risposta a un’aggressione, pertanto, espressione o segnale di una possibile malattia. La Parola ci evidenzia che il primo miracolo di guarigione di Gesù è stato effettuato in un luogo di intimità: la casa di Simone, uno dei suoi (Mc 1:29-311). Pur senza nessuna richiesta esplicita, Gesù interviene in maniera assolutamente semplice, familiare, senza gesti o parole eclatanti: “… egli, avvicinatosi, la prese per la mano e la fece alzare; la febbre la lasciò ed ella si mise a servirli” (Mc 1:312). Sembrerebbe poco, ma ricordiamoci che ogni più piccolo miracolo è un segno della misericordia divina.

 

 

 

Mc 1:29 Appena usciti dalla sinagoga, andarono con Giacomo e Giovanni in casa di Simone e di Andrea. 1:30 La suocera di Simone era a letto con la febbre; ed essi subito gliene parlarono; 1:31 egli, avvicinatosi, la prese per la mano e la fece alzare; la febbre la lasciò ed ella si mise a servirli.

Mc 1:31 … egli, avvicinatosi, la prese per la mano e la fece alzare; la febbre la lasciò ed ella si mise a servirli.

Fede (dal latino fide(m) - fede)

Può, chi non ha fede, definirsi cristiano? Certamente no (Eb 11:61)! La fede è fondamentale per chi vuole fregiarsi di tale nome (Ro 1:17; 5:1-2; Eb 11:1-32). La fede è, in primo luogo, un dono di Dio (Ro 12:3; Ef 2:8-10; 2Pt 1:13) che non può sussistere senza ravvedimento (Mc 1:15; Lc 24:474) e conversione (At 11:21; 1 Gv 5:15). Ciò che lo Spirito dona tramite le scritture (Gv 20:30-31; 1 Te 2:13; 2 Ti 3:15-166), Cristo rende perfetto (Ga 5:6; Eb 12:2)7) È certamente necessaria nelle prove (Ef 6:16; 1Pt 1:7; 1Gv 5:48) ma, di sicuro, è indispensabile nella preghiera (Mt 21:22; Gm 1:5-69). Perché è per grazia che siamo stati salvati mediante questo prezioso dono di Dio (Ef 2:810)che ci permette di fare buon uso, per il bene della comunità, dei doni dello Spirito Santo (1 Co 12:4-11)11).

Ebrei 11:6 Or senza fede è impossibile piacergli; poiché chi si accosta a Dio deve credere che egli è, e che ricompensa tutti quelli che lo cercano.

Romani 1:17 poiché in esso la giustizia di Dio è rivelata da fede a fede, com'è scritto: «Il giusto per fede vivrà». Romani 5:1 Giustificati dunque per fede, abbiamo pace con Dio per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore, 5:2 mediante il quale abbiamo anche avuto, per la fede, l'accesso a questa grazia nella quale stiamo; e ci gloriamo nella speranza della gloria di Dio; Ebrei 11:1 Or la fede è certezza di cose che si sperano, dimostrazione di realtà che non si vedono. 11:2 Infatti, per essa fu resa buona testimonianza agli antichi. 11:3 Per fede comprendiamo che i mondi sono stati formati dalla parola di Dio; così le cose che si vedono non sono state tratte da cose apparenti.

Romani 12:3 Per la grazia che mi è stata concessa, dico quindi a ciascuno di voi che non abbia di sé un concetto più alto di quello che deve avere, ma abbia di sé un concetto sobrio, secondo la misura di fede che Dio ha assegnata a ciascuno. Efesini 2:8 Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio. 2:9 Non è in virtù di opere affinché nessuno se ne vanti; 2:10 infatti siamo opera sua, essendo stati creati in Cristo Gesù per fare le opere buone, che Dio ha precedentemente preparate affinché le pratichiamo. 2Pietro 1:1 Simon Pietro, servo e apostolo di Gesù Cristo, a coloro che hanno ottenuto una fede preziosa quanto la nostra nella giustizia del nostro Dio e Salvatore Gesù Cristo:

Marco 1:15 «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; ravvedetevi e credete al vangelo». Luca 24:47 e che nel suo nome si sarebbe predicato il ravvedimento per il perdono dei peccati a tutte le genti, cominciando da Gerusalemme.

Atti 11:21 La mano del Signore era con loro; e grande fu il numero di coloro che credettero e si convertirono al Signore. 1 Giovanni 5:1 Chiunque crede che Gesù è il Cristo, è nato da Dio; e chiunque ama colui che ha generato, ama anche chi è stato da lui generato.

Giovanni 20:30 Or Gesù fece in presenza dei discepoli molti altri segni miracolosi, che non sono scritti in questo libro; 20:31 ma questi sono stati scritti, affinché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e, affinché, credendo, abbiate vita nel suo nome. 1Tessalonicesi 2:13 Per questa ragione anche noi ringraziamo sempre Dio: perché quando riceveste da noi la parola della predicazione di Dio, voi l'accettaste non come parola di uomini, ma, quale essa è veramente, come parola di Dio, la quale opera efficacemente in voi che credete. 2Timoteo 3:15 e che fin da bambino hai avuto conoscenza delle sacre Scritture, le quali possono darti la sapienza che conduce alla salvezza mediante la fede in Cristo Gesù. 3:16 Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia,

Galati 5:6 Infatti, in Cristo Gesù non ha valore né la circoncisione né l'incirconcisione; quello che vale è la fede che opera per mezzo dell'amore. Ebrei 12:2 fissando lo sguardo su Gesù, colui che crea la fede e la rende perfetta. Per la gioia che gli era posta dinanzi egli sopportò la croce, disprezzando l'infamia, e si è seduto alla destra del trono di Dio.

Efesini 6:16 prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno. 1Pietro 1:7 affinché la vostra fede, che viene messa alla prova, che è ben più preziosa dell'oro che perisce, e tuttavia è provato con il fuoco, sia motivo di lode, di gloria e di onore al momento della manifestazione di Gesù Cristo. 1Giovanni 5:4 Poiché tutto quello che è nato da Dio vince il mondo; e questa è la vittoria che ha vinto il mondo: la nostra fede.

Matteo 21:22 Tutte le cose che domanderete in preghiera, se avete fede, le otterrete». Giacomo 1:5 Se poi qualcuno di voi manca di saggezza, la chieda a Dio che dona a tutti generosamente senza rinfacciare, e gli sarà data. 1:6 Ma la chieda con fede, senza dubitare; perché chi dubita rassomiglia a un'onda del mare, agitata dal vento e spinta qua e là.

Efesini 2:8 Infatti è per grazia che siete stati salvati, mediante la fede; e ciò non viene da voi; è il dono di Dio.

1 Corinzi 12:4 Ora vi è diversità di carismi, ma vi è un medesimo Spirito. 12:5 Vi è diversità di ministeri, ma non v'è che un medesimo Signore. 2:6 Vi è varietà di operazioni, ma non vi è che un medesimo Dio, il quale opera tutte le cose in tutti. 12:7 Ora a ciascuno è data la manifestazione dello Spirito per il bene comune. 12:8 Infatti, a uno è data, mediante lo Spirito, parola di sapienza; a un altro parola di conoscenza, secondo il medesimo Spirito; 12:9 a un altro, fede, mediante il medesimo Spirito; a un altro, carismi di guarigioni, per mezzo del medesimo Spirito; 12:10 a un altro, potenza di operare miracoli; a un altro, profezia; a un altro, il discernimento degli spiriti; a un altro, diversità di lingue e a un altro, l'interpretazione delle lingue; 12:11 ma tutte queste cose le opera quell'unico e medesimo Spirito, distribuendo i doni a ciascuno in particolare come vuole.

Fedeltà (dal latino fidelitate(m) da fidelis - fedele da fides – fede)

La fedeltà è una delle qualità che contraddistinguono il vero cristiano. Assieme all’amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, mansuetudine e autocontrollo, è uno dei frutti dello Spirito Santo (Ga 5:221) e si rivela in tutto ciò che può rappresentare un atto d’amore verso Dio e il prossimo (Mt 22:37-392). Non dipende dalla persecuzione poiché la si può palesare dalle piccolezze quotidiane (Lc 16:103) fino ai grandi atti estremi (Ap 17:64). Beato l’uomo cui sarà riconosciuta tale qualità (Mt 25:215)!

Galati 5:22 Il frutto dello Spirito invece è amore, gioia, pace, pazienza, benevolenza, bontà, fedeltà, mansuetudine, autocontrollo;

Matteo 22:37 Gesù gli disse: «"Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente". 22:38 Questo è il grande e il primo comandamento. 22:39 Il secondo, simile a questo, è: "Ama il tuo prossimo come te stesso".

Luca 16:10 Chi è fedele nelle cose minime, è fedele anche nelle grandi; e chi è ingiusto nelle cose minime, è ingiusto anche nelle grandi

Apocalisse 17:6 E vidi che quella donna era ubriaca del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù. Quando la vidi, mi meravigliai di grande meraviglia.

Matteo 25:21 Il suo padrone gli disse: "Va bene, servo buono e fedele; sei stato fedele in poca cosa, ti costituirò sopra molte cose; entra nella gioia del tuo Signore".

Fedeltà di Dio

La Parola afferma che Dio, proprio per il Suo carattere, è fedele (Isaia 49:7; 1 Co 1:91) e lo dimostra mantenendo fede al Suo patto (Dt 7:92), alle Sue promesse (Eb 10:233), nel portare a effetto tutti i Suoi disegni e giudizi (Is 25:1; Gr 23:204), nel concederci il perdono per i peccati (1 Gv 1:95), nell’incoraggiarci (1 Pt 4:196) e nel renderci saldi nella lotta contro il nemico (2 Te 3:37). Chi ricorre a Lui non resterà giammai deluso (La 3:19-23; 1 Co 1:8-98) e quand’anche, malgrado le promesse, ricadessimo nell’infedeltà, Egli rimarrà fedele perché non può rinnegare sé stesso (2 Ti 2:13; Mt 28:209).

Isaia 49:7 Così parla il SIGNORE, il Redentore, il Santo d'Israele, a colui che è disprezzato dagli uomini, detestato dalla nazione, schiavo dei potenti: «Dei re lo vedranno e si alzeranno; dei prìncipi pure e si prostreranno, a causa del SIGNORE che è fedele, del Santo d'Israele che ti ha scelto». 1Corinzi 1:9 Fedele è Dio, dal quale siete stati chiamati alla comunione del Figlio suo Gesù Cristo, nostro Signore.

Deuteronomio 7:9 Riconosci dunque che il SIGNORE, il tuo Dio, è Dio: il Dio fedele, che mantiene il suo patto e la sua bontà fino alla millesima generazione verso quelli che lo amano e osservano i suoi comandamenti

Ebrei 10:23 Manteniamo ferma la confessione della nostra speranza, senza vacillare; perché fedele è colui che ha fatto le promesse

-Isaia 25:1 SIGNORE, tu sei il mio Dio; io ti esalterò, loderò il tuo nome, perché hai fatto cose meravigliose; i tuoi disegni, concepiti da tempo, sono fedeli e stabili. Geremia 23:20 L'ira del SIGNORE non si placherà, finché non abbia eseguito, compiuto i disegni del suo cuore; negli ultimi giorni, lo capirete appieno.

1Giovanni 1:9 Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità. 1:10 Se diciamo di non aver peccato, lo facciamo bugiardo, e la sua parola non è in noi.

1Pietro 4:19 Perciò anche quelli che soffrono secondo la volontà di Dio affidino le anime loro al fedele Creatore, facendo il bene.

2Tessalonicesi 3:3 Ma il Signore è fedele ed egli vi renderà saldi e vi guarderà dal maligno

Lamentazioni 3:19 Ricòrdati della mia afflizione, della mia vita raminga, dell'assenzio e del veleno! 3:20 Io me ne ricordo sempre, e ne sono intimamente prostrato. 3:21 Ecco ciò che voglio richiamare alla mente, ciò che mi fa sperare: 3:22 è una grazia del SIGNORE che non siamo stati completamente distrutti; le sue compassioni infatti non sono esaurite; 3:23 si rinnovano ogni mattina. Grande è la tua fedeltà! 1Corinzi 1:8 Egli vi renderà saldi sino alla fine, perché siate irreprensibili nel giorno del Signore nostro Gesù Cristo. 1:9 Fedele è Dio, dal quale siete stati chiamati alla comunione del Figlio suo Gesù Cristo, nostro Signore.

2Timoteo 2:13 … se lo rinnegheremo anch'egli ci rinnegherà; se siamo infedeli, egli rimane fedele, perché non può rinnegare se stesso. Matteo 28:20 insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente».