Dizionario Biblico

Lista dei lemmi per iniziale:   A   B   C   D   E   F   G   H   I   J   K   L   M   N   O   P   Q   R   S   T   U   V   X   Y   Z   W  
  Cerca lemma
   
Jahvč vedi ==Tetragrammaton==*

Nome che Dio usa per rivelarsi agli uomini, specialmente nel contesto del Suo piano per la redenzione del peccatore. Significa “L’Io sono”, variamente tradotto con “Il Signore” (come la Versione dei Settanta – LXX* –  l’uso del NT e dello stesso Signor Gesù), “L’Eterno” come nella Versione Riveduta (Luzzi) o “L’auto-esistente che si rivela da Se stesso”. È usato in congiunzione con un’altra parola, come illustrato sotto, per formare i sette ‘nomi redentivi’ di Dio, segno del patto che stipula con noi.

Jahvé Maccaddeshem

Il signore che santifica (Es 31:12-131).

Esodo 31:12 Il SIGNORE parlò ancora a Mosè e disse: 31:13 «Quanto a te, parla ai figli d'Israele e di' loro: "Badate bene di osservare i miei sabati, perché il sabato è un segno tra me e voi per tutte le vostre generazioni, affinché conosciate che io sono il SIGNORE che vi santifica.

Jahvé Sabbaoth

Il signore degli eserciti. Tale nome è ripetuto più di 230 volte nell’A.T. e solo due volte nel N.T.   (Is 1:9; 47:4; 51:15; 54:5; Osea 12:4-6; Ag 1:5; Gm 5:2-41).

Isaia 1:9 Se il SIGNORE degli eserciti non ci avesse lasciato un piccolo residuo, saremmo come Sodoma, somiglieremmo a Gomorra. Isaia 47:4 Il nostro salvatore si chiama SIGNORE degli eserciti, il Santo d'Israele. Isaia 51:15 Io infatti sono il SIGNORE, il tuo Dio. Io sollevo il mare, e ne faccio muggire le onde; il mio nome è il SIGNORE degli eserciti. Isaia 54:5 Poiché il tuo creatore è il tuo sposo; il suo nome è: il SIGNORE degli eserciti; il tuo salvatore è il Santo d'Israele, che sarà chiamato Dio di tutta la terra. Osea 12:4 Nel seno materno egli prese il fratello per il calcagno e, nel suo vigore, lottò con Dio; 12:5 lottò con l'Angelo e restò vincitore; egli pianse e lo supplicò. A Betel lo trovò, là egli parlò con noi. 12:6 Il SIGNORE è Dio degli eserciti; il suo nome è il SIGNORE. Aggeo 1:5 Ora così parla il SIGNORE degli eserciti: «Riflettete bene sulla vostra condotta! Giacomo 5:2 Le vostre ricchezze sono marcite e le vostre vesti sono tarlate. 5:3 Il vostro oro e il vostro argento sono arrugginiti, e la loro ruggine sarà una testimonianza contro di voi e divorerà le vostre carni come un fuoco. Avete accumulato tesori negli ultimi giorni. 5:4Ecco, il salario da voi frodato ai lavoratori che hanno mietuto i vostri campi, grida; e le grida di quelli che hanno mietuto sono giunte agli orecchi del Signore degli eserciti.

Jahvč-Jireh

“Il Signore provvederà”. Come Dio ha provveduto il sacrificio che Abramo stava per offrire, così, nella pienezza dei tempi, il Padre ha provvisto il sacrificio che, solo, poteva togliere i peccati del mondo. Nei sette nomi collegati a “Jahvè”, vediamo l’opera di redenzione.

Jahvč-Nissi:

“Il Signore nostra bandiera” (oppure Vittorioso, Capitano). Per mezzo della croce Gesù ha trionfato sui principati e sulle potenze del nemico, vincendo la morte e il giudizio (Co 2:151) dando, a chi confida in Lui, la vittoria (1 Co 15:572).

Colossesi 2:15 ha spogliato i principati e le potenze, ne ha fatto un pubblico spettacolo, trionfando su di loro per mezzo della croce.

1Corinzi 15:57 ma ringraziato sia Dio, che ci dà la vittoria per mezzo del nostro Signore Gesù Cristo.

Jahvč-Raah

“Il Signore mio pastore” (Sal 23:11). Gesù, che diede la Sua vita per la nostra redenzione (Giov 10:112), è il nostro pastore e noi siamo il gregge che Egli pasce.

Salmi 23:1 Salmo di Davide. Il SIGNORE è il mio pastore: nulla mi manca.

Giovanni 10:11 Io sono il buon pastore; il buon pastore dà la sua vita per le pecore.

Jahvč-Raffa

“Io sono il Signore che vi guarisce” oppure “Io sono il Signore vostro medico”. Dio rivela la Sua identità redentiva con questo nome per mettere in risalto, non solo che vuol salvare l’anima nostra, ma anche liberarci da ogni malattia e dolore come scritto in Isaia 53:41e in molti altri brani, dove queste due opere sono associate.

Isaia 53:4 Tuttavia erano le nostre malattie che egli portava, erano i nostri dolori quelli di cui si era caricato; ma noi lo ritenevamo colpito, percosso da Dio e umiliato!

Jahvč-Shalom:

“Il Signore nostra pace”. Il castigo cui dobbiamo la pace è caduto su Gesù, quindi, per l’opera di espiazione* che ha compito, Egli può darci la Sua pace.

Jahvč-Shammah

“Io sono il Signore che è lì (presente)” Ez 48:351. Questo nome di JHWH garantisce, per mezzo del patto che stabilì con gli uomini, la Sua presenza costante. Questo fatto è confermato dalle parole di Gesù: “Ecco, io sono con voi tutti i giorni” (Matt 28:202) e fa parte dell’opera redentrice, infatti, è scritto: “voi siete stati avvicinati mediante il sangue di Gesu” (Ef 2:133)

Ezechiele 48:35 Il perimetro sarà di diciottomila cubiti. Da quel giorno, il nome della città sarà: Il SIGNORE è là».

Matteo 28:20 insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell'età presente».

Efesini 2:13 Ma ora, in Cristo Gesù, voi che allora eravate lontani siete stati avvicinati mediante il sangue di Cristo.

Jahvč-Tsidkenu

“Il Signore nostra giustizia”. Imputa, a chi crede, la Sua giustizia, permettendoci di comparire alla presenza di Dio giusti come Egli è giusto.